Vesti Lubiam … ti sentirai un altro

Vesti Lubiam… ti sentirai un altro! Era la fine degli anni Cinquanta e con un’indimenticabile campagna del pubblicitario Giulio Giuli, il sogno di Luigi Maria Bianchi, iniziato con la Primaria sartoria nel 1911 di via Calvi a Mantova, irruppe nell’immaginario di ogni uomo che punta all’eleganza e alla qualità assoluta nel vestire. Non fu certo per un fortunato caso che nel 1916 Edoardo di Windsor, principe di Galles, entrò nella sartoria mantovana e ne uscì commissionando un intero guardaroba. Già agli esordi di questa straordinaria avventura italiana, il nome e la qualità di Lubiam – il marchio, dall’acronimo del fondatore Luigi Maria Bianchi, fu creato nel 1939 – proiettavano l’azienda tra i nomi del menswear d’alta gamma. Alle linee sartoriali Luigi Bianchi Mantova e LUBIAM 1911 Cerimonia, caratterizzate da tessuti pregiati e innovativi, tagli particolari e dettagli ricercati, si affianca L.B.M. 1911, creazioni dall’eleganza informale e raffinata, con una forte innovazione che si rivela soprattutto nella vestibilità attenta alle tendenze e nei processi esclusivi di tintura, lavorazione e lavaggio. I trattamenti di invecchiamento artigianale donano ai capi L.B.M. 1911 un effetto old, un vissuto ricercato per l’uomo dall’eleganza contemporanea. Lubiam gioca con fili e fibre naturali di diverse dimensioni per creare mélange inediti, bottonati, tessuti mossi e texture vibranti, tagliati e cuciti su modelli di inconfondibile sartoria artigianale. Marcia in più del brand interamente Made in Italy – tutto il processo di creazione dei capi Lubiam avviene nei laboratori mantovani con procedimenti artigiani sviluppati a livello industriale – è il servizio Su Misura, driver strategico per lo sviluppo del marchio. Tradizionalmente applicato alle linee sartoriali, l’azienda negli ultimi anni ha scommesso sull’apertura del servizio anche al mondo del tinto capo L.B.M.1911. Una sfida non semplice, soprattutto per la complessità dei trattamenti di tintura e lavaggio effettuati a capo finito, ma che Lubiam ha saputo vincere con l’altissima qualità del servizio, con risorse umane formate ad hoc e la puntualità delle realizzazioni. thePLAYERS ha incontrato Giovanni Bianchi, AD e Direttore dell’Ufficio Stile.

Un heritage di famiglia che attraversa quattro generazioni unito all’impegno costante nella ricerca e nell’innovazione: è questa la formula del vostro successo?
Direi proprio di sì! Abbiamo il vantaggio di avere un’esperienza più che secolare e riteniamo di essere tra i più bravi in quello che facciamo. Il Made in Italy è per noi il fondamento principale non solo per la qualità ma anche per come la nostra azienda è radicata nel territorio. Il segreto di un successo così longevo e consolidato è racchiuso nei nostri valori: l’impegno costante nella ricerca e nell’innovazione, la sperimentazione continua, la passione per l’artigianalità, la determinazione nel proporre prodotti di qualità eccellente. Valori che fanno parte del nostro dna da sempre, grazie a cui abbiamo oltrepassato lo sbalorditivo traguardo del centenario. Nel mio ruolo di Direttore dell’Ufficio Stile, la creatività e l’innovazione sono fondamentali; attraverso lo sviluppo di prodotti innovativi, l’azienda si reinventa di volta in volta, senza dimenticare la propria storia e la lunga tradizione che la contraddistingue: anzi, le rafforza e le riafferma di stagione in stagione.

La vostra azienda è tra le pioniere dell’internazionalizzazione. Come si conquistano oggi i mercati internazionali?
Crediamo che per raggiungere l’eccellenza sia indispensabile la qualità: del lavoro, delle materie prime, dei processi. Siamo presenti con i nostri marchi nelle migliori boutique multimarca e nei più prestigiosi Department Stores in Italia e nel mondo. Infine i nostri agenti export sono professionisti selezionati di lunga esperienza e con una profonda conoscenza del loro mercato, hanno showroom prestigiosi e la nostra stretta collaborazione porta l’azienda nei Paesi chiave. Inoltre, il nostro servizio di customer service e riassortimento infrastagionale sono riconosciuti ed apprezzati dai nostri clienti. Il trend di crescita costante è un dato indicativo del successo raggiunto.

Il Made in Italy è ancora in grado di orientare il gusto internazionale?
Il Made in Italy è diventato ormai un vero e proprio marchio simbolo di qualità nei materiali, innovazione e affidabilità. Con riferimento alla moda (così come anche ad esempio al design o al food), sicuramente l’Italia rimane e sarà sempre il motore trainante delle nuove tendenze nel mondo, e noi siamo molto orgogliosi di farne parte.

Cosa pensa dell’imprenditoria italiana di oggi?
Credo che l’imprenditoria italiana rappresenti un esempio nel mondo, anche grazie all’elevata qualità che connota il Made in Italy in generale. Inoltre trovo estremamente positiva la voglia dei giovani di oggi di fare impresa: nonostante la crisi degli ultimi anni, in Italia continuano a nascere nuove aziende e startup innovative, che favoriscono la ricerca e aiutano la ripresa economica. Lubiam ha due importanti punti di forza rispetto a molti competitors: la nostra lunga esperienza, garanzia di un prodotto di qualità elevata, e il mantenimento del sito produttivo in Italia, nella sede storica di Mantova, per ottenere un prodotto 100% Made in Italy e consolidare un rapporto di fiducia con il territorio e con i dipendenti. Secondo i dati prima del lockdown lavorano in Lubiam più di 300 dipendenti, con una crescita delle assunzioni del 17% negli ultimi 10 anni, in controtendenza rispetto al mercato di riferimento, e più del 40% di loro è presente in azienda da oltre 20 anni. Ne siamo orgogliosi.

Quali sono i suoi principi come imprenditore?
Sicuramente, la voglia di raggiungere l’eccellenza e di portare avanti un’attività storica radicata sul territorio, continuando a dare lavoro alle famiglie mantovane che, come noi, mettono anima e corpo in quello che fanno. Il Made in Italy per noi è una filosofia di vita, ancor prima che una scelta strategica ed aziendale. Crediamo anche nella valorizzazione e nel sostegno alle nostre risorse umane, con orari flessibili e part-time, la mensa e asilo nido aziendali, il servizio BabyLubiam durante le vacanze scolastiche, la formazione e l’accompagnamento al rientro dalla maternità.

Le fiere italiane sono ancora strumenti indispensabili per supportare il processo di espansione delle aziende?
Assolutamente si, per noi rappresentano un momento fondamentale per presentare al meglio le novità delle nostre collezioni ai nostri clienti e soprattutto per far conoscere il prodotto e i servizi a chi ancora non lavora con noi. Le fiere inoltre sono diventate un preziosissimo strumento di comunicazione, un momento da sfruttare al meglio per raccontarci e per veicolare i nostri valori, le nostre peculiarità e le innovazioni che caratterizzano i capi.

Qual è l’unicità dell’uomo che indossa Lubiam?
Il nostro target è rappresentato da uomini oggi più che mai informati, preparati, curiosi e desiderosi di indossare dei capi che li rappresentino, nello stile e nel carattere. L’uomo odierno ricerca il comfort ma anche l’originalità, deve percepire la quantità e la qualità del lavoro che sta dietro alla realizzazione del capo che sta indossando. Per questo nello sviluppare le nostre collezioni non dobbiamo mai perdere lo slancio creativo e la capacità di anticipare le tendenze. L’uomo Lubiam è l’emblema della contemporaneità: non si ferma mai e ama vestire in modo moderno e pratico, senza rinunciare al gusto sartoriale tipicamente italiano. Ha uno stile inconfondibile, elegante e allo stesso tempo décontracté, rilassato, molto naturale.

Quali sono le regole dello stile secondo Lubiam?
I nostri prodotti sono caratterizzati dall’elevata qualità delle materie prime, dall’innovazione nei modelli e dalla costante ricerca nei trattamenti e nelle finiture, elementi fondamentali per uno stile impeccabile. Oggi più che mai è però fondamentale affiancare la personalizzazione dei capi, dando sempre più attenzione ai dettagli e abbandonando tutto ciò che è standardizzato.

Il capo iconico?
Ovviamente la giacca. Questo capo è il cuore della nostra azienda e negli anni abbiamo concentrato le risorse nella ricerca e nello sviluppo di nuovi metodi e trattamenti con l’obiettivo di rinnovarlo e innovarlo. Così nel tempo la giacca è stata destrutturata, decostruita e alleggerita ed è stata la protagonista di studi all’avanguardia che hanno fatto di Lubiam un’azienda leader nella tintura in capo.

di Marta Coccoluto

Riproduzione riservata

Leggi anche
Fashionstory

Sarti con la valigia

Massimiliano Donnarumma della Sartoria Rossi

La nouvelle vague di sarti contemporanei è molto diversa da quella dei loro maestri....

Fashionstory

Buffalo Check

Un inconfondibile tessuto di personalità !

Alcuni giorni fa, gli amici dell’agenzia di comunicazione / ufficio stampa Carryoverpr di Milano,...