D U B L I N O.

DOPO BREXIT, LA NUOVA CAPITALE ANGLOFONA D’EUROPA !

C’era una volta il weekend a Londra: quanti di noi negli anni si sono dilettati nel concedersi una fuga romantica, per fare shopping o per godersi un museo nella capitale britannica? Poi, però, con l’avvento della Brexit, tutto è cambiato. Tra passaporti e scartoffie, la voglia di andare per poche ore nel Regno Unito pare trovarsi di fronte ad un grosso scoglio. Ma per nostra fortuna c’è un’altra capitale europea anglofona a poche ore di volo da noi, ancora tutta da scoprire: DUBLINO.

Illustrazione per thePLAYERS Magazine di Francesca Picchio

Se le dimensioni della città irlandese sono infinitamente minori rispetto a Londra, è al contempo interessante scoprirne l’anima internazionale e tecnologica (qui infatti, per via della tassazione agevolata, hanno la loro sede europea tutte le grandi aziende del settore tech, da Amazon a Google).
LA DUBLINO DI INIZIO ANNI‘ 20 È UNA CITTÀ DINAMICA E ATTIVA, CAPACE DI FAR CONVIVERE MODERNITÀ E TRADIZIONE: TRA LE ATTRAZIONI TURISTICHE PRINCIPALI DELLA CITTÀ, AL FIANCO DELLA CATTEDRALE DI SAN PATRIZIO E DEL CASTELLO, TROVIAMO AD ESEMPIO LA TEELING DISTILERY, DOVE SCOPRIRE TRAMITE UN PERCORSO DIDATTICO TUTTO SULLA STORIA DEL WHISKEY IRLANDESE.

Illustrazione per thePLAYERS Magazine di Francesca Picchio

Basti pensare che una loro bottiglia è stata premiata come ‘Best Sigle Malt’ contro gli odiati cugini scozzesi per capire che qui oltre al divertimento turistico c’è molto di più! Da non perdere per la sua bellezza e per ciò che rappresenta è, senza dubbio, la biblioteca del celeberrimo Trinity College, dove lo sguardo si perde, dentro la sua Long Room; questa stanza costruita tra il 1712 e il 1732 è lunga 65 metri e ospita circa 200.000 volumi, tra i quali spicca The Book of Kells (Il Libro di Kells), uno dei manoscritti miniati più preziosi al mondo, realizzato da monaci irlandesi nell’800.

Illustrazione di Francesca Picchio per thePLAYERS Magazine

Per chi volesse provare un’esperienza da vero ‘local’ è imperdibile una serata a THE COBBLESTONE PUB, dove seduti ai tavoli i musicisti suonano il violino e cantano in inglese e in gaelico ballate tradizionali. Il Pub stava per essere abbattuto per dare spazio ad un moderno hotel, ma la rivolta dei Dubliners lo ha salvato come un monumento. Se cercate una serata dai toni internazionali in città, perché non provare il BLIND PIG, COCKTAIL BAR SEGRETO REPUTATO TRA I MIGLIORI DEL MONDO DALLA GUIDA TOP 500 BARS. PER TROVARLO DOVRETE ENTRARE IN UNA PIZZERIA ITALIANA, E FINGENDOVI UN CLIENTE, INDIVIDUARE LA PORTA SEGRETA: UNA SFIDA NON DA POCO, MA NE VALE LA PENA.

E restando in tema Spirits, l’Irlanda è anche terra di possibilità imprenditoriali per noi italiani: forse molti non sanno ad esempio che uno dei Gin più cool e alla moda in Italia, ovvero U P P E R H A N D , famoso sia per il design che per le selezionate botaniche scelte, nasce proprio qui. Infatti nonostante i due proprietari siano italiani, hanno deciso di affidarsi alla maestria distillatoria dell’isola di smeraldo per mettere in pratica le proprie idee e renderle liquide.

Illustrazione di Francesca Picchio per thePLAYERS Magazine

 

I voli per l’Irlanda generalmente sono a prezzi estremamente accessibili, non vi resta che prepararvi un bel Gin Tonic con Upperhand, aprire il PC e scegliere le date: DUBLINO VI ASPETTA!

di Federico S. Bellanca

Riproduzione riservata

Leggi anche
Il viaggio

TEMPO DI RELAX !

4 SPA + 1 da provare in Italia e all'estero durante l'estate.

È TEMPO DI RELAX! Per chi nella stagione estiva preferisce il lusso discreto delle...

Il viaggio

Drawing Sidone

Fadi Koteiche, fondatore del brand Gant Blanc, ci racconta Sidone, la sua città. L’antica...

Il viaggio

Drawing Anversa

thePLAYERS ha incontrato Massimo Pirrone, Fondatore del brand PM Eleganza Milanese, abiti sartoriali, ad...