… TU VULIVE A PIZZA …

4 PIZZERIE GOURMET SULLA COSTA

Lungo la Costa degli Etruschi c’è solo un piatto che con tutta probabilità può provare a far concorrenza alla cucina di pesce, nel cuore dei turisti: è la pizza, soprattutto quella d’ispirazione napoletana. In zona le pizzerie non mancano di certo, ma se vogliamo andare a colpo sicuro sulla qualità ecco che la cerchia si restringe. Il nome sicuramente più conosciuto e apprezzato – tanto dal pubblico quanto dalla critica, a partire dai Tre Spicchi della guida del Gambero Rosso – è quello di Gabriele Dani, con la sua BOTTEGA DANI (Via Vecchia Livornese 22d) a Cecina. Il maestro lievitista è stato il primo ad introdurre la declinazione gourmet sul territorio a sud della Versilia, grazie all’uso di materie prime premium e accostamenti fuori dal comune, e poi spinto l’asticella ancora più su con la pizza al vapore e al padellino. A riprova che la sua attitudine alla sperimentazione è tutt’altro che conclusa, ci sono l’intuizione della ‘piciaccia’ – una via di mezzo tra la schiacciata e la pizza, rigorosamente made in Tuscany – e l’apertura al mondo della mixology con una serie di cocktail in pairing con le pizze. Per il resto, nel suo menù non mancano accostamenti studiati privilegiando ingredienti del territorio, oltre a chicche ormai sdoganate come pizze fritte e montanarine.

A pochi chilometri di distanza si trova un altro talento della pizza napoletana pluripremiato dalle guide, ANTONIO POLZELLA della VENTOLA (via Nuova Dei Cavalleggeri 171) tra Vada e Rosignano Marittimo. Per le sue pizze realizza quattro diversi impasti, dal classico a quello alla pala con lievito in crema, da quello senza lievito al gluten free (un mix di farina di riso, mais e grano saraceno). Per le farciture, invece, Antonio Polzella utilizza prodotti di qualità provenienti da aziende locali e presìdi Slow Food. Il menu delle pizze della Ventola si divide in classiche, le chicche d’Antonio, le Spicchiate e le Stelle.

A Cecina, un altro interprete della pizza contemporanea è NICOLA ASCANI di DISAPORE+ (via Aldo Moro), artefice di un prodotto leggero e digeribile grazie ad impasti speciali, con topping di qualità e attenzione alle materie prime del territorio. Spostandoci più a sud, merita un cenno il NEW HEMINGWAY (piazza della Vittoria 17) a San Vincenzo: pizzeria a conduzione familiare, vede nell’attenzione dei suoi gestori Luca e Rosa verso le materie prime il punto di forza. Grazie anche all’atmosfera impreziosita dal dehor estivo, infatti, il cliente può scegliere tra impasti non banali, da quello di farina di kamut al farro, dalla multicereali fino a quella integrale al carbone vegetale•

di Marco Gemelli

Riproduzione riservata

Leggi anche
Summer thePLAYERS - Costa Ovest

HOTEL ATLANTICO CASTIGLIONCELLO

Tra contaminazioni artistiche, mixology e buon cibo.

In via Martelli, la strada che dalla piazza porta verso la torre medicea, tra...