LE FRAGRANZE DI SOURCE ADAGE

Born in New York. reMade in Italy” in questo slogan c’è tutta l’essenza del secondo capitolo della storia del brand di fragranze Source Adage, fondato a New York nel 2014 da Christopher Draghi e Robert Dobay e rinato sulle colline toscane di Riparbella, in provincia di Pisa e presenti per la prima volta a PITTI FRAGRANZE n° 21, la manifestazione della profumeria artistica.

Il progetto nasce una decina di anni fa dalla passione e dall’entusiasmo per le fragranze di Christopher e Robert con i primi prodotti e la successiva apertura del loro negozio ad Hudson, un paese a nord di New York, metà di un turismo di élite, grazie ai numerosi ristoranti, alle gallerie d’arte, ai negozi di antiquariato, ed alle selezionate boutique. Abbiamo incontrato Christopher e Robert nel loro laboratorio – shop nel centro di Riparbella e ci siamo fatti raccontare qualcosa della loro storia…

Come nascono le vostre fragranze?

Nascono dal nostro gusto personale, da un’idea, a volte da un ricordo… quello che possiamo affermare, ed è la cosa che ci distingue dagli altri brands, è che noi non seguiamo i trends del momento, non ci basiamo su cosa fa chi, oppure sul voler duplicare qualcosa di successo. Niente di tutto questo, perché le nostre fragranze sono molto personali, nascono da noi, dalla nostra ispirazione. Non vorremmo mai fare una fragranza verso la quale qualcuno possa dire che gli piace perché somiglia a … Facciamo fragranze che in primis devono piacere a noi; creare è come avere di fronte una tela bianca, sulla quale partire ogni volta da zero.

Una cosa molto curiosa sono i nomi dei vostri profumi, che si rifanno alla cultura dei nativi americani …

Abbiamo voluto che i nostri nomi indicassero un mondo un po’ astratto, un concetto, un proverbio, un modo di dire, un adagio popolare di posti genuini e naturali, abitati da persone che si prendono cura di quei posti. Poi sì, in effetti i nomi provengono dalle dalla cultura dei nativi americani e dalle zone dalle quali abbiamo tratto ispirazione. Ad esempio il nome monto’ac, una delle nostre fragranze, proviene dal dialetto Croatoan degli Algonchini della Carolina, che significa “Grande Spirito”, monto’ac è una fragranza aromatica e verde di erbe marine e accordi di montagna, con note verde di salvia argentata, uva moscata e muschio di quercia con foglie di tabacco verde, incenso e cuoio; oppure c’i’aan dalla lingua Ahtna dell’Alaska meridionale, che significa “luna nuova”, c’i’aan è una fragranza complessa, con accordi caldi di bosco e freschi dell’Artico di una notte d’inverno. Note fresche di ginepro, abete e della menta, spezzate con il calore della mela dolce, del cedro e dell’ambra.

Parliamo invece di questa “rinascita” del brand a Riparbella.

Abbiamo comprato casa un anno fa, da NY. Per noi la Toscana è casa ed era da un po’ di tempo che volevamo trasferirci; tuttavia non volevamo lasciare il nostro marchio, perché è la nostra passione, la nostra storia; pertanto abbiamo pensato di fare questo nuovo capitolo, del nostro brand che rinasce in Italia sempre con noi. Il ramo USA non è un’azienda che è passata nelle mani di qualcun altro, i prodotti non sono fatti da altri, non ci piaceva questa idea. Comunque ci interessava entrare in altri mercati, quello italiano prima, ed europeo dopo.

Avete portato il vostro bagaglio di conoscenze decennale …

Negli ultimi anni in USA c’è stata una esplosione di fragranze di nicchia, tuttavia credo che il nostro modo di lavorare, la nostra sensibilità, lo stile delle fragranze sia più europeo, anche il nostro “end zone approach” su tutti i passaggi sia più europeo. Gli american sono bravissimi a fare un branding un piano di marketing, ma spesso il prodotto viene fatto da altre persone… Avremmo potuto rinominare il profumo “macchia mediterranea” anziché monto’ac, sarebbe stato più semplice, ma ci sono delle fragranze che faremo alle quali abbiamo già pensato ispirate da questa zona, questo territorio.

Fragranze, ma non solo …

Abbiamo già una linea di candele che facciamo direttamente noi in studio a Riparbella, è una miscela di olii essenziali all naturals, si tratta di un altro stile rispetto ai profumi personali dove c’è un lavoro di squadra; qui infatti ci sono più nuances, più ingredienti, ci sono le certificazioni, perché si tratta di cosmetica. Poi ci sono i diffusori, che saranno diversi rispetto a quelli che abbiamo negli USA , ma le novità non mancheranno già a partire dalla nostra prossima partecipazione a Pitti Fragranze n° 21 a Firenze dal 15 al 17 settembre.

 

di Simone Gismondi

Riproduzione riservata

Leggi anche
Lifestyle

WHISKY AI CONFINI DEL MONDO

Il Giappone e le altre nazioni produttrici di Whisky

In principio fu il Giappone: se fino alla fine del ventesimo secolo, parlando di...

Il viaggio

TEMPO DI RELAX !

4 SPA + 1 da provare in Italia e all'estero durante l'estate.

È TEMPO DI RELAX! Per chi nella stagione estiva preferisce il lusso discreto delle...